• Scegli la lingua
  • IT
  • EN
Acquisti

Acquisti

Attraverso la collaborazione con agenzie sia Italiane che estere, accuratamente selezionate, itcasa è in grado di offrire ai propri clienti un esclusiva collezione di immobili per soddisfare anche il gusto più particolare.

Qualora il tipo di immobile desiderato non fosse immediatamente disponibile nella nostra collezione, itcasa, offre un servizio di ricerca personalizzato che, seguendo il mercato in base ai criteri di ricerca del cliente, segnala nuovi immobili immessi sul mercato che potrebbero essere di interesse al cliente.

Una volta identificato l'immobile adatto, itcasa offre ai propri clienti tutta l'assistenza necessaria per effettuare l'acquisto, tra cui:

  • La valutazione dell'immobile;
  • La preparazione di una relazione tecnica contenente tutta la documentazione necessaria per la valutazione della regolarità urbanistica, edilizia e generale dell'immobile, indicando, se esistono, eventuali condizioni particolari, sia in positivo che in negativo, che potrebbero influire sulla scelta dell'immobile da parte dell'acquirente;
  • La presentazione della proposta formale d'acquisto;
  • La preparazione o supervisione delle pratiche tecniche e legali necessarie per la stipula del contratto preliminare di compravendita (detto anche "compromesso") e il successivo rogito notarile.

Di seguito sono indicate brevemente, gli aspetti principali di un acquisto immobiliare.

Proposta formale d'acquisto
Il primo passo nell'acquisto di un immobile è la preparazione per iscritto e successivo invio della proposta formale d'acquisto con la quale l'acquirente si impegna irrevocabilmente, per il periodo di validità indicata nella proposta stessa ad acquistare, per sé o una persona o una società da nominare in seguito, l'immobile al prezzo indicato nell'offerta.

Contestualmente alla proposta formale d'acquisto, l'acquirente consegnerà a itcasa, come agente immobiliare, un assegno non trasferibile, intestato al venditore, che itcasa consegnerà al venditore al momento in cui questo, accettando le condizioni della proposta, controfirmerà la stessa. L'importo dell'assegno (che varia in proporzione al valore dell'immobile) varrà come "caparra" che a sua volta potrà essere "confirmatoria" o "penitenziale" a secondo dei casi e qualora il venditore dovesse rifiutare l'offerta, l'assegno verrà restituito all'acquirente entro 5 giorni.

Contratto preliminare (detto anche "Compromesso")
Qualora l'offerta venisse accettata e quindi controfirmata dal venditore si procede al passo successivo, ovvero, la preparazione e firma del contratto preliminare detto anche compromesso.

Alla sottoscrizione del compromesso l'acquirente dovrà versare una caparra, solitamente compreso tra il 10% e il 30% del prezzo totale d'acquisto stipulato e verranno, inoltre, indicate nel contratto, tra le altre cose:

  • Il prezzo;
  • Le condizioni di pagamento;
  • Le scadenze;
  • Lo stato dell'immobile (libero, affittato, ecc.);
  • La garanzia che l'immobile verrà trasferito libero da qualsiasi onere(incluse le spese condominiali pregresse);
  • La data di consegna dell'immobile;
  • La data del rogito notarile di compravendita (solitamente tra 2 e 4 mesi dalla data della stipula del compromesso).

Con la firma del compromesso le parti interessate hanno la certezza che, non venendo a mancare la volontà di una o entrambe le parti, nel qual caso bisogna considerare il tipo di caparra versato al momento del compromesso per capire meglio la procedura da seguire, la vendita andrà a buon fine e quindi, legalmente, è dovuta la commissione all'agente immobiliare.

Rogito Notarile
Il rogito notarile è l'atto conclusivo della compravendita di un immobile e viene stipulato davanti ad un notaio (normalmente scelto dalla parte acquirente) e alle parti interessate (venditore ed acquirente).
Prima di redigere l'atto, il notaio effettua tutte le verifiche relative all'immobile oggetto di compravendita (visure catastali, visure ipotecarie, ecc.) e solo una volta appurata la conformità dell'immobile, redige l'atto che viene firmato dalle parti in sua presenza e in seguito effettua la registrazione dell'immobile, versando le imposte relative, La trascrizione in conservatoria e la voltura catastale.
Spesso con l'atto di compravendita viene firmato anche l'atto di mutuo e successivamente a questa operazione il notaio provvederà all'iscrizione ipotecaria a favore della banca erogante.
Al momento del rogito avviene il pagamento del saldo del prezzo stipulato tra le parti e vengono saldati i costi notarili.

I costi d'acquisto
Solitamente, i costi d'acquisto di una proprietà immobiliare non dovrebbero superare il 12% del valore dell'immobile.
Dato che tutte le spese necessarie per la stipula del rogito notarile (onorario del notaio, tasse per l'acquisto della proprietà etc.) sono a carico dell'acquirente, è facoltà dell'acquirente scegliere il notaio di fiducia per la stipula del contratto stesso.

I principali costi legati all'acquisto di una proprietà immobiliare sono i seguenti:

  • Imposte dovute per il trasferimento dell'immobile - variano in base al tipo di immobile (prima casa, seconda casa, etc.) e al tipo di venditore. Ad esempio, in linea di massima il valore delle imposte dovute nell'acquisto di un immobile da un venditore privato varia tra il 2% e 9% del valore catastale dell'immobile rivalutato in base alla categoria di appartenenza dell'immobile stesso.
  • Notaio - l'onorario del notaio viene stabilito in base a tabelle nazionali e varia in base al valore dell'immobile oggetto dell'acquisto.
  • Agenzia Immobiliare - la commissione di itcasa ordinariamente varia tra il 2% e 5% del prezzo totale d'acquisto (escluso IVA) in base al valore dell'immobile.

footer banner Visita